--> gennaio 2020 / ChiccaCasa

3 mensole essenziali nel mio living con TeeBooks

domenica 26 gennaio 2020

Come ti ho mostrato sul mio profilo Instagram negli ultimi giorni, il soggiorno/dining room della Casetta ha preso finalmente forma!
Ora è il momento dei dettagli finali, quindi della scelta di accessori come lampadari, quadri ed home decor, che conferiscano personalità all'ambiente.



Ho sempre desiderato che i nostri spazi fossero ariosi e che trasmettessero freschezza e semplicità.
Per mettere in pratica questa teoria ho puntato su arredi poco ingombranti ed ho evitato i colori scuri.
Questa stanza della casa non è molto luminosa. Per risolvere questa questione, ho puntato molto sul candore ed ho aggiunto qualche elemento di colore per mezzo del decòr.


Proprio qualche giorno fa, mentre ero concentrata nella selezione dei complementi per il living, ho scoperto l'azienda TeeBooks, che è arrivata nella mia vita al momento perfetto, facilitandomi il lavoro!



Come traspare dal logo del brand (una carinissima vite che forma una "t" insieme a due elementi ad L) TeeBooks produce scaffalature. Lo stile essenziale è in grado di rendere giustizia a tutti gli oggetti di uso quotidiano che vogliamo tenere a portata di mano, ed, allo stesso tempo, esporre. Tutti i prodotti sono in metallo, sottili ed incredibilmente resistenti al peso.

Quando ho visto per la prima volta le mensole di Teebooks, mi sono innamorata all'istante. Le linee pulite ed il mood minimal che incarnano la filosofia del brand, sono in sintonia con la nostra casa.  Uno dei concetti chiave che abbiamo tenuto presente durante il restyling della Casetta è proprio "less is more".

Ho scelto tre mensole a U pensate per contenere libri, progettate appositamente per tenerli fermi, senza farli scivolare giù dall'alzatina. Il bordo laterale alto ha proprio questa funzione, che può tornare utile anche se usi oggetti diversi dai libri oppure se, come me, vuoi dare movimento e profondità all'ambiente.




Ho montato le mensole DA SOLA (sì, anche una donna con esperienza 0 può farlo!), con l'aiuto di un trapano/avvitatore. 

Il mio metodo infallibile? 
- Ho preso per bene le misure ed ho disegnato sulla parete la forma delle mensole con del nastro di carta.
- Ho segnato sul nastro la posizione dei fori per le viti con una matita (evitando così, anche di sporcare il muro)
- Ho misurato il tassello ed ho riportato la misura sulla punta del trapano, sempre servendomi del nastro adesivo.
- Ho bucato la parete, senza superare il livello segnato dal nastro di carta sulla punta del trapano.
- Ho inserito i tasselli e fissato le mensole con le viti.




Sono delicate, semplici e pratiche. Stanno molto bene nella nostra zona giorno in stile scandinavo, ma si combinerebbero benissimo con tanti altri stili d'arredo.



Ho allestito uno styling super simple raccogliendo oggetti del cuore, come il cofanetto vintage e il piattino d'argento (in entrambi mia nonna riponeva aghi e bottoni) mescolati con pezzi moderni come il candleholder ed il salvadanaio a forma di unicorno. La pilea (dal meraviglioso vaso in terracotta) ed i libri completano il display aggiungendo un tocco vissuto.



Sono proprio soddisfatta di queste new entries! Ti suggerisco di dare un'occhiata ai cataloghi TeeBooks: troverai un sacco di utilities per organizzare i tuoi spazi (ci sono anche pareti divisorie da riempire di piante!).











Home tour: un incantevole camera blu notte in un appartamento svedese

giovedì 16 gennaio 2020


Sissignore, un'altra casa svedese è qui sul blog! 
Come di consueto, ti invito a perderti tra toni neutri, tanta luce, mura candide e pochi e semplici arredi. Quello che di certo non dimenticherai di questo tour virtuale, è la stanza da letto, che infrange i canoni appena citati, facendo sfoggio di un intenso ed abbondante blu notte, combinato ad una sfarzosa tappezzeria dal motivo tutt'altro che minimal. 
Un azzardo vincente che caratterizza questo appartamento e rendendolo non una casa nordica qualsiasi, ma "la casa dalla camera blu notte".















Le linee degli arredi sono le stesse linee essenziali tipiche dello stile scandinavo, nella stanza da letto. A renderla La stanza della casa è la tinta scura ed avvolgente. Tutte le pareti sono interamente dipinte di blu notte. Il tessuto delle tende ne riprende il colore come anche la testata del letto, la quale è stata pitturata dello stesso punto di blu e che quasi si fonde con la parete. 
Perfino i cavalletti su cui è poggiato il piano della scrivania contribuiscono al gioco monocromatico, ma i contrasti non mancano. Tra le due finestre c'è un maestoso ventaglio dorato, un'applique degna di nota, che richiama i dettagli gold della carta da parati presente sulla parete opposta. La tappezzeria è stata applicata sulle ante scorrevoli dell'armadio. Ha un che di regale, con quella texture metallica e con quei pavoni in bella mostra!










Il blu è un colore di tendenza per il duemilaventi. Se ti è piaciuto questo home tour, puoi iniziare a pensare di rinnovare una o più zone della tua casa con qualche tocco di blu, a te la scelta della tonalità: intensa, rilassante, moody o pastello?

📷 Pics via Entrance

Door upgrade con le cornici IKEA

giovedì 9 gennaio 2020


La nostra porta d'ingresso è appena giunta al suo secondo makeover, ma questa volta voglio approfondire qui sul blog la riuscita del mio progetto, che ritengo particolarmente degno di nota.
Devo dire che mi sono piuttosto impegnata e che sono davvero entusiasta del risultato finale!


Da anni bramavo una porta in massello con tanto di modanature, magari vintage. Una porta degna di nota, insomma, che non passasse inosservata e che potesse integrarsi all'arredamento del soggiorno.

Il mio sogno, mi sono detta, non si sarebbe mai avverato, salvo sostituzione dell'attuale porta blindata. Non mi rassegnavo però, e continuavo a bramare quelle belle porte in massello con le modanature che mi passavano davanti ogni giorno su Pinterest.




Poi, la svolta. Un grande desiderio, necessita di un po' di ingegno per essere realizzato! Ecco perché ho studiato un metodo per trasformare la mia porta blindata in un portoncino classico, pure con le modanature.

Gli ingredienti segreti di questo remake sono le cornici EDSBRUK di Ikea, che ho utilizzato per creare i rilievi sulla porta.






Ecco cosa ti serve se vuoi dare anche tu una svolta alla tua porta blindata:

- metro
- matita
- 4 cornici EDSBRUK 21x30 cm
- 1 cornice EDSBRUK 50x70 cm
- nastro biadesivo a tenuta extraforte
- 1 chiodo
- 5 viti corte
- detergente per piatti e stoviglie 
- carta abrasiva a grana media
- carta abrasiva a grana fine
- pennello con setole sintetiche
- spugnetta 
- scotch di carta
-  vernice + protettivo all'acqua 


Per iniziare, ho pulito bene la porta, lavandola con acqua e detersivo per piatti e strofinandola con una spugna.
Ho asciugato accuratamente e poi ho levigato l'intera superficie con della carta abrasiva a grana media, insistendo un po' di più sui bordi, attorno alla maniglia ed  intorno alle ferramenta.

Ho dato una mano di cementite con il rullo di silicone per aiutare la vernice ad attecchire, ma questo è uno step che puoi anche saltare se hai intenzione di usare la chalk paint. Dato il colore scuro della mia porta, la base bianca del primer, mi è risultata utile per visualizzare meglio i segni a matita delle misurazioni, ma tu puoi anche non usare il primer e tracciare le linee con un pennarello bianco.

A questo punto, una volta asciugata la cementite, mi sono armata di matita e metro ed ho stabilito la posizione delle mie cornici.
Ho appoggiato ogni cornice contro la porta e ne ho tracciato i bordi a matita. Ho controllato le distanze tra una cornice e l'altra e ho appoggiato la livella sulle linee, per verificare che fossero dritte.
Per appendere le cornici, ho individuato la posizione del gancio dietro ogni cornice e ho riportato la sua posizione con un segno nei disegni sulla porta. Ho intaccato la superficie della porta piantando un chiodo in corrispondenza del segno del gancio. Ho sfilato il chiodo e l'ho sostituito con una vite, che ho avvitato con un cacciavite solo per metà, affinché facesse da solido supporto alla cornice.

Prima di agganciare le cornici, ho staccato il piede d'appoggio ed ho ricoperto il bordo posteriore con del nastro biadesivo a presa forte. Ho posizionato le cornici ed ho esercitato una leggera pressione sui loro bordi, per far aderire il nastro biadesivo.


Infine, ho dipinto tutta la superficie con la chalk paint. Io ho usato Autentico Versante Cement Eggshell, una vernice satinata che contiene anche la protezione finale. Se utilizzi una semplice vernice all'acqua ti raccomando di usare sia primer che protezione finale, per assicurarti che la tua porta d'ingresso non si danneggi con il tempo.






Sono super orgogliosa della nuova veste della mia porta d'ingresso! Se anche tu vuoi rinnovare la tua porta, io posso solo incoraggiarti. Non temere di fare danno, armati solo di un po' di pazienza. Prendi con cura le misure ed usa una buona vernice. Alla fine dei lavori, sarai fiero di te!




INSTAGRAM

EMAIL SUBSCRIPTIONS

© ChiccaCasa • Theme by Maira G.